La domanda che ti pongo nel titolo è sarcastica, è ovvio che un professionista deve fare dei corsi continui di aggiornamento e su questo non ci sono santi che tengano ma.. quali? E soprattutto quando è ora di smettere?

Oggi entriamo un pò in una sfera delicata e personale perché mi sono accorta di essere affetta da questa mania mesi fa, è una mania che a livello sociale fa qualche vittima.

Si chiama SINDROME DELL’IMPOSTORE!

Da Wikipedia

La sindrome dell’impostore (dall’inglese impostor syndrome, o anche impostor phenomenon) è un termine coniato nel 1978 dalle psicologhe Pauline Clance e Suzanne Imes per descrivere una condizione psicologica particolarmente diffusa fra le persone di successo, caratterizzata dall’incapacità di interiorizzare i propri successi e dal terrore persistente di essere esposti in quanto “impostori”.[1] A dispetto delle dimostrazioni esteriori delle proprie competenze, le persone affette da tale sindrome rimangono convinte di non meritare il successo ottenuto. Esso viene tipicamente ricondotto a fattori quali la fortuna o il tempismo, oppure ritenuto frutto di un inganno o della sopravvalutazione degli altri. Secondo lo studio originale, la sindrome dell’impostore sarebbe particolarmente comune fra le donne di successo.

Così, un professionista già completo nelle sue qualità continua ripetutamente a frequentare qualsiasi tipo di corso sentendo ogni volta le stesse identiche cose solo per sentirsi meno.. impostore nel suo lavoro.

Esiste una cura per fortuna ed è buttarsi, fare, sbagliare e continuare ad aggiornarsi!

E credere in se stessi. Arriva un giorno in cui qualcuno ti parla di questa sindrome, ti accorgi di esserne affetto e semplicemente la osservi scivolare via da te! E cominci a fare i giusti corsi e a sentirti meno incapace fino a liberarti dal senso di inadeguatezza.

E allora quali sono i corsi che puoi fare? Quelli che a pelle senti tuoi, cercando online ne trovi moltissimi ma tu sei l’unico a sapere quale sia il tuo livello, senza mentirti o svalutarti. Così devi solo

  • stilare una lista di competenze che hai a livello base, intermedio e avanzato
  • fra questa lista scegliere le competenze necessarie per il tuo lavoro
  • eliminare per il momento le competenze inutili da acquisire
  • fra le competenze necessarie nel tuo settore che conosci al livello base sceglierne una alla volta
  • per quella competenza cercare il corso che ti ispira di più, di livello intermedio.

Questo non ti farà guarire, ma prendere consapevolezza del fatto che non siete per niente un impostore , anzi.

Così la via della serenità e della conoscenza suprema sarà meno lontana ma solo se ti accorgerai che… non serve neanche raggiungerla quella perfezione, serve solo la serenità. Trova le tue materie, trova i tuoi punti deboli e coprili con il corso giusto in base all’urgenza che tu darai!

Capito? E tu ce l’hai questa sindrome? Hai qualche altra soluzione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.