Comincio in modo un po’ originale questo articolo facendo il riassunto di come io mi sono avvicinata, per obbligo a questi Bot Messenger che credevo fossero la difficoltà fatta strumento di comunicazione. Ero convinta da ignorante in materia che fossero dei mostri da programmare punto per punto e così, quando il 1 Aprile all’incontro con tutte le assistenti virtuali d’Italia hanno parlato di ChatBot io ho pensato che non faceva per me.

Dopo qualche mese ha iniziato questo percorso di rilancio e ho contattato di nuovo clienti. Fra i servizi richiesti, il Bot Messenger c’era sempre! Così ho iniziato a documentarmi seriamente e mi sono entusiasmata tantissimo! E’ semplice, nulla di complesso o complicato! Tra tutti i modi di impostare un chat Bot per Messenger ne ho scelti due (anche segnalati da voi) che trovo molto intuitivi. Ovviamente entrambi con le funzioni di prova, segmentazione gruppi e completamente gratuiti!


ManyChat – puoi creare la tua sequenza di conversazioni automatiche, rispondere a frasi dell’utente ben specifiche, inserire immagini, link, pulsanti. Tutto questo con la guida dei mille tutorial che si trovano online e il piccolo laboratorio a cui verrai sottoposto appena scarichi il tool. Inserisci delle parole chiave e se il tuo utente scrive quella parola parte la sequenza che tu hai scelto oppure puoi imporgli le scelte (di solito si imposta così) che lo porteranno dove vuoi tu o gli faranno scaricare la risorsa gratuita! Hai accesso alle statistiche, potrai controllare il numero di iscrizioni, cancellazioni e verificare in ogni momento la lista completa dei tuoi utenti. C’è anche una versione a pagamento (€ 10/mese) ma per un numero inferiore ai 500 iscritti non ne avete nemmeno bisogno. Ottimo per campagne brevi e ristrette.

 

ChatFuel crei la tue sequenza di conversazione attraverso delle card e puoi diffondere facilmente il tuo freebie o contenuto video. In base a cosa vuoi offrire al tuo utente scegli la card adatta (es. text card, gallery card). Se programmato in base alla tecnica dei messaggi e non dei pulsanti identifica in base alle frasi quale gruppo di card proporre all’utente. Non c’è da preoccuparsi se non si è capaci sarà il sistema che vi guiderà per imparare a creare il vostro primo Bot. La cosa interessante (e la prima devo testarla) è che ho letto che funziona anche con Telegram e interagisce con Youtube. Oltretutto è gratuito fino a 100.000 messaggi al mese!

 

 


Finito, oggi sono stata brevissima direi…Questi sono i due che io ho provato ma ne ho trovati almeno altri 4 in fase di test di cui vi parlerò molto presto. Che ne dite? Vi piace l’idea di crearvi un ChatBot tutto vostro? Avete già deciso cosa ne farete?

ps: se avete dei tools più funzionali da suggerirmi sono qui, metteteli pure nei commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ciao ciao avvanetwork, cambio casa e cambio nome!

Da oggi sono...

presto sarà online il nuovo sito e in questa occasione ho dato un freebie super speciale...per essere sempre aggiornato e per ricevere un regalo super per chi ha un sito web o ne desidera uno super ottimizzato compila il form qui sotto
.