Quali sono gli strumenti Google importanti per l’assistente virtuale e per fare business praticamente ovunque?

Quelli di cui proprio non posso fare a meno sono i primi due di questa lista, gli altri li utilizzo comunque per la loro versatilità.

Quello che mi piace di Google è che tramite un account solo posso gestire tutti questi tools gratuiti per cui la decisione di utilizzare principalmente questi strumenti non è per forza che siano i migliori ma che siano raggiungibili ovunque, tutti!

Dai cominciamo, sono solo 5 promesso che oggi, visto che è sabato non vi annoio :).


Google Calendar praticamente il calendario digitale più cloud che ci sia. Con Google Calendar posso dividermi gli impegni per colore, sincronizzare le note di Asana e affidarmi degli incarichi compresi di allarme quando sono in scadenza. Anche per le consulenze, sia offerte che ricevute ormai tutti i sistemi di prenotazione online sincronizzano questo calendario.


Google Gmail che oltre a darmi un indirizzo mail completamente gratuito è utilizzabile anche per configurare altri indirizzi mail, che come assistente virtuale, quando mi affidate la gestione mail, non è male. Comodo e soprattutto a disposizione ovunque. Per la posta fissa su PC, lo ammetto utilizzo Thunderbird però quando sono in trasferta non posso fare a meno di Gmail.


Google Docs una suita gratuita che permette di avere anche su mobile dei documenti editabili, sempre sfruttando l’account Google. Si possono creare file di testo, fogli di calcolo, presentazioni. E’ comodissimo quando si è fuori casa anche se devo ammettere che io utilizzo quasi sempre Evernote se devo scrivere qualcosa.


Google Drive per archiviare tutti i documenti importanti, è l’archivio in Cloud che permette di avere 15 GB di spazio gratuito e basta un’app. Se si vuole dello spazio a pagamento si dovrà fare l’upgrade e si può avere fino a 1T per il modico costo di € 100,00. A partire dal 12 Marzo 2018 non si chiamerà più così ma sarà opportuno sostituirlo con Drive File Stream facendo il backup di tutti i dati. Trovo che al momento non sia la soluzione più economica, le alternative sono Dropbox (2GB gratuiti poi a pagamento), Mega (fino a 50GB gratis), One Drive.


Google trends permette di conoscere la frequenza di ricerca di una determinata parola o frase. Si può impostare con i paramenti desiderati e alla fine mostrerà un grafico che ci dà l’esatta sintesi di quanto quella parola è ricercata e quando (con i mesi). Diciamo che questo abbinato allo strumento di ricerca parole chiave mi aiuta ad assistervi nell’editing di articoli in ottica SEO o nell’analisi dei risultati, compiti spesso noiosi che potreste voler delegare all’assistente virtuale. Così riesco a selezionare nuove parole chiave per voi  oppure a capire perché le parole chiave che utilizzate non sono efficaci.


Avrei in testa altri mille strumenti ma l’argomento principale era parlare degli strumenti Google. Voi che ne pensate? Utilizzate questi strumenti anche quando navigate per mezzo del browser Google Crome oppure non li avete proprio considerati? Fatevi sentire, io del resto domani sarò ancora qui, con un nuovo argomento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ciao ciao avvanetwork, cambio casa e cambio nome!

Da oggi sono...

presto sarà online il nuovo sito e in questa occasione ho dato un freebie super speciale...per essere sempre aggiornato e per ricevere un regalo super per chi ha un sito web o ne desidera uno super ottimizzato compila il form qui sotto
.